Home

النص باللغة العربية

Candidarsi alla locazione di un appartamento (spunti) - - - 

Visitato con attenzione appartamento ed accessori (il canone viene concordato per l’immmobile "come visto e piaciuto"), presa visione dell’APE, verificata con l’Amministratore di condominio la ragionevole entità delle spese ordinarie annue, è necessario ottenere il consenso del proprietario. Ecco alcuni spunti per presentarsi:

Stabilità reddituale

Né per Lei né per il Proprietario vi sarà un esito felice prendendo un impegno che sarà difficile mantenere: se, facendosi i conti, constata che pagare l’affitto non sarà un problema, potrà spiegarlo al proprietario

Se vi sono modifiche contrattuali o migliorie all’immobile opportune ad un sereno inizio di rapporto è opportuno farlo presente, invitando la proprietà a riflettere assieme sui problemi e sulle soluzioni.

Garanzie

I consueti 3 mesi di cauzione possono non essere considerati sufficienti dai Proprietari per Commmercianti, Artigiani, Dipendenti di attività piccole e/o con le quali è stato instaurato un rapporto recente

Le alternative sono Fidejussione Bancaria, prodotti tipo “Affitto Assicurato”, o cointestazione/firma di garanzia di idoneo/i (per proprietà e/o reddito) Garante/i.

Idonee garanzie possono far sì che la cauzione sia ridotta o azzerata.


Orizzonte temporale

Gli interessi lavorativi e non del nucleo familiare possono dare indicazioni alla proprietà se l’obiettivo del 4+4 che si propone il Proprietario sia ragionevolmente ipotizzabile, o comunque il rapporto sia di presumibile lunga durata.


Capacità di condurre la cosa locata con la diligenza del buon padre di famiglia.

Il precedente Proprietario può fornire referenze. Si può invitare il nuovo proprietario a vedere come è tenuta l’attuale dimora. Utile indicare il motivo del cambiamento e le caratteristiche dell’immobile scelto che hanno motivato la decisione a candidarsi


Ed infine: favorire i presupposti per un contatto personale “alla pari” (vero che il proprietario mette in gioco l’appartamento, vero che un buon inquilino trasforma l’immobile in un reddito ed ha un ampia scelta tra diverse opportunità) e dare altrettanto valore al reciproco impegno morale che al contratto scritto.

===  ===  ===  ===  === ===

Altre cose utili da sapere

Abitazione (uso): unico uso consentito è l'abitazione del conduttore e delle persone della sua famiglia (stato di famiglia). Il divieto di ospitare terze persone (oltre all'inadempimento contrattuale) per i cittadini stranieri comporta violazione delle norme di pubblica sicurezza

Affitto Assicurato: sul sito vi è il link. Aiuta nel far accogliere al proprietario la Vs candidatura. Attenzione: in caso di convalida di una Vs situazione debitoria la loro mission è ottenerne il pagamento

Agenzia:  il compenso previsto dalla Camera di Commercio è una mensilità più IVA e matura con la semplice segnalazione (redazione e registrazione del contratto e qualsiasi altra attività svolta non sono atti dovuti - nè alla stipula nè nel prosieguo del contratto)

Caparra: è una somma a garanzia dell'impegno a stipulare il contratto definitivo, se si cambia idea si perde

Cauzione: è una somma a garanzia degli impegni contrattuali. Sarà restituita al rilascio se tutti gli impegni sono stati mantenuti.

Cedolare secca: nessun costo fiscale per il contratto, no aumenti istat, no interessi sulle spese di straordinaria manutenzione. Ogni anno contrattuale la proprietà ha facoltà di revocare l'opzione

Cointestazione o firma di garanzia: sino ad avvenuto rilascio con tutti gli impegni contrattuali mantenuti, se non paga il conduttore pagherà il co-intestatario o il garante (aggravi compresi). La co-intestazione non ha oneri fiscali, la firma di garanzie 200 euro il primo ed il quinto anno.

Conduttore: (o parte Conduttrice) è l'Inquilino (di prende la casa)

Conguagli spese condominiali: gli acconti (versati a proprietà o amministrazione) sono conguagliati in occasione della chiusura annuale della contabilità condominiale. Può essere un motivo per trattenere la cauzione (specie dove sono presenti i contabilizzatori di calore)

Durata:  il diritto è di 4+4 anni (solo 4 se l'immobile servirà al proprietario o ad un parente)

Locatore: (o parte Locatrice) è la Proprietà (chi da la casa)

Manutenzione caldaia: in quasi tutti i contratti con termoautonomo è previsto l'impegno del conduttore alla mantuenzione ordinaria annuale (attenzione a ricordare la tassa (bollino)) che rientra nella "diligenza del buon padre di famiglia"

Morosità: al raggiungimento della somma che consente l'azione legale con aggravio di spese, ovvero 2 mensilità, concorrono anche gli oneri accessori (es. spese condominiali)

Regolamento di Condominio: la non osservanza del Regolamento di Condominio e delle norme di buon vicinato può essere causa di inadempienza contrattuale quindi di sfratto

Rilascio anticipato: a fronte di un "grave motivo" si può liberarsi prima della scandenza dagli impegni contrattuali. La legge prevede 6 mesi di preavviso (salvo più favorevole tremine se indicato nel contratto)

Oneri accessori: le spese di condominio (eccetto quelle straordinarie) e la manutenzione ordinaria (piccole riparazioni) sono di competenza del conduttore (sulla competenza di alcune spese a volte potrebbero esserci inevitabili disaccordi, da risolvere con un preventivo buon rapporto personale e buon senso).  

Superficie: chi ha necessità di conoscere esattamente i metri quadrati dell'appartamento (che NON sono scritti sul contratto) ai fini del numero massimo previsto dalla Questura, può fare riferimento all'APE (Attestato di prestazione energetica)

Utenze: la voltura delle utenze (luce acqua gas tassa rifiuti) è a cura spese responsabilità del conduttore (pena inadepienza contrattuale). Accertarsi di avere gli estremi (POD, PDR, gestore) e tener conto dei tempi tecnici e che necessita il contratto registrato.

Home